Amministrazione Trasparente

Amministrazione Trasparente


Comune di Martone (RC)

 

 

 

                    

 

 

                  

 

 

Amministrazione Trasparente » Altri Contenuti

Altri Contenuti

Sezione dove sono collocati altri contenuti pubblicati a fini di trasparenza e non riconducibili a nessuna delle sotto-sezioni indicate nell'Allegato al d.lgs. 33/2013


 Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e piano triennale per la trasparenza 2015/2017

settallinemen N.download : 104




 AVVISO PUBBLICO

PROCEDURA APERTA PER L’ADOZIONE DEL PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE (P.T.P.C.) E DEL PROGRAMMA TRIENNALE PER LA  TRASPARENZA

 

Premesso:

-        che il 28 novembre 2012 è entrata in vigore la legge 6 novembre 2012, n. 190 concernente “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

-        che la legge n. 190/2012 prevede l’adozione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, di seguito nominato P.T.P.C., da parte di tutte le pubbliche amministrazioni, enti locali inclusi;

-        che l’Intesa raggiunta in Conferenza Unificata del 24 luglio 2013 ha stabilito il termine del 31 gennaio 2014 come scadenza per l’adozione del P.T.P.C. 2014-2016;

-        che in data 11 settembre 2013 l'Anac ha approvato il Piano Triennale Anticorruzione Nazionale con delibera n. 72/2013, con la quale sono state, altresì, fornite indicazioni sui contenuti e sulla procedura di adozione dei piani delle amministrazioni locali, enti locali inclusi;

-        che in data 20 aprile 2013 è entrato il vigore il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 concernente “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” il quale prevede, all'art. 10, comma 1, che le amministrazioni adottino il Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità, sentite le associazioni rappresentate nel Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti;

Tanto premesso,

SI RENDE NOTO

che:

1.      è stata predisposta dal responsabile anticorruzione la proposta di P.T.P.C. ed il Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità, che costituisce un allegato al Piano medesimo;

2.      è, conseguentemente, avviata, con il presente avviso pubblico, la procedura aperta di partecipazione, previsto dalle linee guida approvate dall’ Autorità Nazionale Anticorruzione con deliberazione n. 75/2013 , alla quale sono invitati i soggetti, portatori di interessi di cui il Comune  intende tenere conto per predisporre una strategia di prevenzione del fenomeno della corruzione più efficace e trasparente possibile

3.      sul sito internet del Comune di Martone unitamente al presente avviso, sono disponibili:

-        bozza P.T.P.C. (ALLEGATO n. 1);

-        bozza Programma Triennale per la Trasparenza e l'Integrità (allegato al PTPC)

-        modulo per la presentazione delle proposte di modifica e/o integrazione (Allegato n. 2);

 

SI INVITANO

tutti i soggetti interessati a far pervenire entro il giorno 28.01.15 eventuali proposte od osservazioni relative ai contenuti del P.T.P.C ed al Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità, secondo il modello sotto riportato con le seguenti modalità:

- a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo:  ufficiosegreteria@comune.martone.rc.it;     
- di persona, presentando all’Ufficio protocollo il modello cartaceo, allegando fotocopia di un documento d’identità valido 

- a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: ufficosegreteria.martone@asmepec.it

 

RISERVATEZZA DEI DATI PERSONALI

In relazione ai dati raccolti nell’ambito del presente procedimento, si comunica quanto segue:

a)      finalità e modalità del trattamento: i dati raccolti sono finalizzati esclusivamente all’istruttoria dei procedimenti di cui al presente avviso e alla successiva formulazione del Codice di comportamento dei dipendenti del Comune e potranno essere trattati con strumenti manuali, informatici e telematici in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi;

 

 

                                                                       IL RESPONSABILE PREVENZIONE CORRUZIONE

                                                                                  IL SEGRETARIO COMUNALE

                                                                                         (Dott.ssa Manuela Falduto)

settallinemen N.download : 114



per pagina

Visualizza archivio atti scaduti

Anticorruzione


  I responsabili per la prevenzione della corruzione devono redigere e pubblicare entro il mese di dicembre sul sito internet dell’ente la propria relazione sulle attività svolte nel corso dell’anno 2014, primo di attuazione delle nuove disposizioni dettate dalla legge n. 190/2012 e dai provvedimenti collegati, in particolare i DLgs n. 33 e 39 del 2013 ed il DPR n. 62 sempre del 2013. L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha definito il modello di relazione che i responsabili di tutte le amministrazioni pubbliche devono utilizzare.

settallinemen N.download : 76




.

settallinemen N.download : 139




.

settallinemen N.download : 141




.

settallinemen N.download : 138




.

settallinemen N.download : 151




Art. 1, comma 8 L. 190/2012

settallinemen N.download : 140




.

settallinemen N.download : 168



per pagina

Visualizza archivio atti scaduti

ACCESSO CIVICO


.

settallinemen N.download : 107



per pagina

Visualizza archivio atti scaduti

Titolo

ACCESSO CIVICO

L’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 (“Decreto Trasparenza”), prevede:
1. L'obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia
 stata omessa la loro pubblicazione.
2. La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al responsabile della trasparenza dell'amministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al comma 1, che si pronuncia sulla stessa.
3. L'amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell'informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al  medesimo l'avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a  quanto  richiesto. Se il documento, l'informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l'amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
4. Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all'articolo 2, comma 9-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, che, verificata la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione, nei termini di cui al comma 9-ter del medesimo articolo, provvede ai sensi del comma 3.
5. La tutela del diritto di accesso civico è disciplinata dalle disposizioni di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, così come modificato dal presente decreto.
6. La richiesta di accesso civico comporta, da parte del Responsabile della trasparenza, l'obbligo di segnalazione di cui all'articolo 43, comma 5.

Che cos’è l’accesso civico?

Il legislatore introduce la nozione di “accesso civico”, con la quale si definisce il diritto offerto a chiunque di chiedere ed ottenere le informazioni che dovrebbero essere pubblicate sul sito internet. Questa forma di tutela è assai rafforzata da parte del decreto: è gratuita, non è soggetta a limitazioni di tipo soggettivo, non deve essere motivata e va avanzata al responsabile della trasparenza. Essa deve essere soddisfatta entro 30 giorni, anche tramite la pubblicazione sul sito internet; in caso di mancata risposta positiva può essere attivato l’intervento sostitutivo ed occorre segnalare l’accaduto all’ufficio per i procedimenti disciplinari.

L’accesso civico si differenzia notevolmente dal diritto di accesso finora configurato dalla legge 241 del 1990. Se ne differenzia per l’oggetto: l’accesso civico si può esercitare solo nei confronti degli atti la cui pubblicazione sia obbligatoria: obbligatorietà che viene richiamata, per ampi settori, dallo stesso decreto n.33 nella seconda parte. Se ne differenzia per la modalità: mentre il diritto di accesso “ordinario” è sottoposto alla necessità di presentare una domanda motivata che si basi su un interesse qualificato, e al pagamento dei diritti di ricerca e riproduzione (eventuale), il diritto di accesso civico non è sottoposto a limitazione alcuna, ed è completamente gratuito.
L'Istanza di accesso civico va presentata al Responsabile della Trasparenza, individuato nel segretario comunale, dott.ssa Manuela Falduto
Come presentare l’istanza: utilizzare l’apposito modulo e inviarlo:

• in allegato, via mail, all’indirizzo ufficiosegreteria@comune.martone.rc.it indicando nell’oggetto: “Istanza di accesso civico”, allegando scansione di un documento d’identità valido;

• di persona, presentando all’Ufficio protocollo del Comune (Via Roma n. 1) il modello cartaceo, allegando fotocopia di un documento d’identità valido

 
Titolare del potere sostitutivo (di cui all'articolo 2, comma 9-bis della legge 7 agosto 1990, n. 241), attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta: Dott.ssa Manuela Falduto (Segretario comunale);
RECAPITI:

E-mail: ufficiosegreteria@comune.martone.rc.it;   PEC: ufficiosegreteria@asmepec.it
TEL: 0964 51356; FAX: 0964 419128

COMUNE DI Martone

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.128 secondi
Powered by Asmenet Calabria